Un’attività collaterale di grande prospettiva

Negli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso di una preoccupante ed insolita moria delle api.
Un’unica causa è difficilmente individuabile. Meglio parlare, forse, di un insieme di cause che, concatenate, provocano seri problemi ambientali.
Uno dei fattori di maggior pericolo è costituito dall’azione del parassita Varroa Destructor che indebolisce in modo fatale il sistema immunitario delle api.
Se a questo aggiungiamo la grande sensibilità delle api nei confronti delle sostanze chimiche, in particolar modo fitosanitari o pesticidi, la situazione presenta aspetti alquanto preoccupanti.

In questo panorama, possono assumere un ruolo molto importante gli apicoltori.
Ecco che l’apicoltura diventa attività economica votata all’eco-sostenibilità e all’utilità sociale.

Ma la cosa non sarebbe particolarmente interessante se non esistesse un aspetto economico non trascurabile.

Quando si parla di apicoltura, l’associazione immediata è quella della produzione di miele.
Effettivamente il miele ottenuto e lavorato in modo artigianale è un prodotto altamente apprezzato da un mercato interessante e ricettivo.
Ma la produzione di miele è solo uno degli aspetti legati all’apicoltura. Certamente il più conosciuto e attuato, ma ad esso si affiancano una serie di produzioni che risultano essere ancor più apprezzate (e quindi pagate) dal mercato.

Ma tutti possono diventare apicoltori?

Certamente non ci si alza una mattina e in un giorno si diventa apicoltori.
Tuttavia, questa importante attività dagli interessanti risvolti economici, è relativamente semplice. La si può mettere in pratica ottenendo velocemente buoni risultati economici. Molto di più che in tante altre attività.

La cosa risulta certamente più agevole se portata avanti come attività collaterale ad una professione che sia in qualche modo attinente. La dislocazione degli alveari, ad esempio, potrà essere ottimizzata se sarà fatta in un ambiente propizio all’attività delle api, con piante e fiori a caratterizzare caratterizzare, poi, la particolarità e il gusto del miele prodotto.

Ma inizialmente, come in ogni attività che si desideri affrontare con ambizioni di successo, è necessario far propria la materia acquisendo dapprima nozioni ed informazioni.

Per chi desidera valutare questa possibilità, un percorso formativo è facilmente affrontabile. In termini di tempo e costi basta veramente poco per arrivare ad iniziare un’attività di questo tipo. Inizialmente è bene acquisire le informazioni riguardanti le abitudini e trattamento delle api, come rispettare i tempi delle fasi di produzione e come ottimizzare i risultati. Per questo, alcuni validi libri forniscono una completa panoramica su tutti i più importanti aspetti dell’apicoltura.

Successivamente sarà molto utile visitare qualche apicoltore in attività magari approfittando delle giornate “a porte aperte” che spesso vengono organizzate da fattorie con annessa la produzione del miele. Periodicamente anche le più importanti associazioni di categoria organizzano visite o corsi per far conoscere questa realtà.

Ottimo libro nel quale trova ampio spazio anche una sezione dedicata alla produzione di tutti quei particolari prodotti che, grazie alla grande richiesta di mercato, offrono un ritorno economico di grande interesse. Pane delle api, miele, propoli… il tutto con chiare indicazioni anche sulla fase di commercializzazione.

Libro aggiornato alle più recenti conoscenze in merito alla biologia, alle tecniche di allevamento, alla flora apistica e soprattutto alle avversità, con particolare riguardo alle nuove patologie, agli avvelenamenti da pesticidi e alla “sindrome dello spopolamento degli alveari”.

In questo libro si propone un metodo molto innovativo basato sull’adozione di arnie di facile costruzione e di ancora più semplice gestione. Un’apicoltura «estensiva» che, a differenza di quella convenzionale intensiva, riduce al minimo lo stress a carico delle api, limitando allo stretto necessario gli interventi sulle arnie. È un’apicoltura a basso costo: tutti i modi per contenere i costi ed avere ottimi risultati.